Cisl Veneto aderisce alla campagna per la liberazione dei sindacalisti arrestati in Bielorussia

Martedì, 03 maggio 2022

Il 19 aprile a Minsk, Bielorussia, Aleksandr Yarashuk, Presidente del BKDP (il Congresso dei Sindacati Democratici affiliato all'ITUC, la Confederazione Sindacale Internazionale) e altri 14 sindacalisti del sindacato libero dei metalmeccanici sono stati arrestati dall’Organizzazione dei servizi segreti bielorussi KGB, dopo una perquisizione nelle loro abitazioni e nelle sedi sindacali.

Dopo aver protestato per anni contro il regime di Lukashenko, il BKDP ha condannato apertamente l'invasione della Russia in Ucraina e chiesto il ritiro delle truppe russe dal territorio della Bielorussia.

Cisl Veneto si unisce a ITUC, ILO (Organizzazione internazionale del lavoro), Amnesty International e altri sindacati a livello internazionale nel condannare la persecuzione contro i sindacati indipendenti in Bielorussia e aderisce alla campagna di raccolta firme avviata da Labour Start per chiedere l'immediato rilascio dei sindacalisti arrestati.

Solidarietà ai leader del movimento sindacale in carcere è stata espressa in un video anche dagli studenti della Global Labour University di Berlino.

#Ucraina #Bielorussia #BKDP #sindacati #CislVeneto