Venerdì sciopero fermi i bus in città e provincia

Venerdì nero nel settore del trasporto pubblico. Il 22 marzo, infatti, Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt-Uil, Faisa-Cisal e Ugl, hanno indetto uno sciopero per tutta la giornata contro le controparti Anav ed Aastra. In città e provincia si fermano il tram e i bus di Aps Holding, le corriere di Fs-BusItalia e i trenini dei Sistemi Territoriali sulla linea Mestre-Adria. Aps tram e bus si fermano dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.30 in poi. Servizio regolare, invece, prima dell 8.30 e dalle 12.30 alle 15.30. Nessun disagio per gli studenti che potranno andare e tornare da scuola, mentre dovranno arrangiarsi tutti coloro che escono dal lavoro dopo le 15.30, tra cui le commesse e gli operai. «Siamo già al settimo sciopero» spiega Ilario Simonaggio, segretario regionale di Filt-Cgil «Anav e Asstra, fino ad oggi, hanno fatto orecchie da mercante. Non ci hanno mai presentato una controfferta economica. I ferrovieri hanno ottenuto il rinnovo del contratto già da otto mesi con ben 150 euro di aumento. Gli autisti dei bus, invece, vivono con gli stessi stipendi di sei anni fa. È una vergogna». (f.pad.)

IL MATTINO DI PADOVA - Martedì, 19 marzo 2013