Un incontro sulla scuola che verrà

BELLUNO Giovedì alle 15 alla sala Muccin del Centro Giovanni XXIII di Belluno, si svolgerà un incontro sul tema “La scuola che verrà”, organizzato dalla Flc Cgil. «L’iniziativa», dice Walter Guastella, segretario della sigla sindacale, «vuole offrire un’opportunità di discussione e approfondimento sul futuro del sistema scolastico rivolta a tutti: agli addetti ai lavori (insegnanti, personale Ata, dirigenti scolastici); agli studenti, che nella scuola investono tempo, risorse, speranze, consapevoli che essa contribuisce in modo non secondario allo sviluppo delle loro capacità e competenze, che dalla qualità del sistema scolastico, dal modo con cui la scuola saprà prepararli alle sfide che li attendono, dipenderà in gran parte il loro futuro; ai genitori, che alla scuola affidano i propri figli, e che hanno il diritto di saperli in un ambiente sicuro, sereno, salubre, gradevole, affidati a operatori preparati, motivati, cooperativi e capaci di fronteggiare le esigenze di una società complessa». Nel corso dell’incontro verranno presentate le proposte di riforma della scuola avanzate da tempo dalla Flc Cgil e saranno illustrati gli elementi caratterizzanti il progetto del governo Renzi di revisione del sistema scolastico, più noto come il “Piano della Buona Scuola”. Saranno presenti Salvatore Mazza (segretario Fcl Veneto), Michele Sardo (preside e presidente provinciale dell’associazione professionale Proteo Fare Sapere), rappresentanti della Rete degli studenti medi di Belluno. Concluderà Anna Maria Santoro, della segreteria nazionale del sindacato di categoria.

IL CORRIERE DELLE ALPI - Martedì, 25 novembre 2014