Lunedì sciopero «Stato sabaudo, ribelliamoci alla burocrazia»

VERONA Non ha usato mezzi termini il segretario provinciale della Cisl Massimo Castellani nell’annunciare lo sciopero di lunedì dei dipendenti del pubblico e del privato che eroga servizi pubblici: «In Italia il vero problema è quello della burocrazia di uno Stato sabaudo in cui cittadini e imprenditori vengono trattati come sudditi». Il sindacato scenderà in piazza per chiedere la riforma della pubblica amministrazione e il rinnovo contrattuale, fermo al 2009, come ha ricordato il rappresentante dei pubblici dipendenti Cisl, Franco Antolini. «Noi come comparto scuola, dalle 10 alle 12 di lunedì saremo in presidio davanti alla sede del provveditorato agli studi» ha annunciato il segretario Cisl Scuola, Alessio Rebonato. E nel pomeriggio, prevista una fiaccolata di protesta a Venezia.

IL CORRIERE DELLE ALPI - Sabato, 29 novembre 2014