Le dotazioni agli agenti. Sindacati di polizia: «Subito il taser a tutti»

ROVIGO - L'annuncio del ministro dell'Interno Matteo Salvini sul taser, la pistola elettrica, in dotazione alle forze dell'ordine dal prossimo giugno, raccoglie l'immediato consenso del Sap, il sindacato autonomo di polizia: «Una grande soddisfazione, condita da un moderato orgoglio - rimarca il segretario provinciale Fabio Ballestriero - che noi del Sap oggi rivendichiamo per avere ormai da oltre un lustro sostenuto con convinzione l'urgenza di dotare le forze dell'ordine di adeguati strumenti che consentano di poter agire nei mutati contesti operativi in condizioni di sicurezza e con efficacia, evitando soprattutto di dover utilizzare strumenti inadeguati come le armi o lo sfollagente. Evidentemente il ministro deve aver sentito, lo diciamo tra il serio ed il faceto, quanto abbiamo sostenuto nel nostro incontro pubblico a margine del nono congresso provinciale del Sap rodigino dell'11 aprile, durante il quale abbiamo ribadito l'urgente necessità di tutelare sia giuridicamente sia operativamente i nostri poliziotti, dotandoli per esempio di taser, di telecamere sulle divise, sulle autovetture e nei locali ove vengono trattenuti i fermati e anche di spray al peperoncino. Una dotazione, quest'ultima fornita in maniera parziale sul territorio nazionale, poiché non sono stati consegnati spray al peperoncino al personale della Polizia Stradale, della Polizia Ferroviaria e Postale e risulta assai lacunoso praticamente in metà delle Questure d'Italia l'approvvigionamento di ricariche». (F.Cam.)

IL GAZZETTINO - Martedì, 16 aprile 2019