La nuova via. «Longhi riusciva a far emergere il meglio di tutti»

Mi permetto di chiedere solo un piccolo spazio perché ho proprio voglia di dire grazie ancora una volta a Danilo Longhi perché è sempre e solo merito suo se ancora una volta ci siamo sentite persone dignitose nel momento in cui ci siamo riuniti per l´intitolazione della via cittadina. Questo era, infatti, come ci sentivamo tutti, o molti, vicino a lui. Ricchi o modesti, capaci o limitati, titolati o comuni … lui riusciva sempre a rapportarsi con la parte migliore di ognuno, la dignità. Credo che sia per questo che la sua assenza è così assordante come anche i rappresentanti sindacali cisl ricordavano in occasione della loro assemblea o lo stesso Edoardo Sartori con la lettera della scorsa settimana. Grazie al sindaco e alla commissione toponomastica per questa opportunità data a me e credo anche a molti che hanno potuto esserci.

Carla Padovan

IL GIORNALE DI VICENZA - Martedì, 19 marzo 2013