La denuncia. Gomme vecchie: «Si rischia la vita». L'ultimo scoppio di qualche giorno fa ha scatenato la protesta dei sindacati

BELLUNO - «Pneumatici di 20 anni fa: questo è un attentato all'incolumità pubblica e dei soccorritori». È lo sfogo dell'Unione sindacale di base dei vigili del fuoco (Usb) diffuso ieri in una nota, dopo l'ennesimo incidente di un mezzo dei pompieri. È avvenuto a Belluno qualche giorno fa e ha coinvolto un vecchio camion con pneumatici del 1997: si sono rotte entrambe le gomme posteriori. Il mezzo era utilizzato per la scuola guida degli agenti del Corpo forestale dello Stato confluiti nei vigili del fuoco. Illeso il forestale e il suo istruttore. «Solo la fortuna ha voluto che non vi fossero danni ulteriori a persone o cose», dice la nota del sindacato dei vigili del fuoco. Come qualche mese fa quando, come spiega Enrico Marchetto del Coordinamento Regionale Usb Veneto «un mezzo inviato in missione nelle zone del sisma del centro Italia è scoppiato un pneumatico in autostrada causando un incidente che ha coinvolto un altra vettura». Insomma andavano a soccorrere i terremotati e loro stessi hanno rischiato grosso: lo schianto avvenuto sull'Adriatica, fortunatamente ha causato danni solo ai mezzi, ma non ci sono stati feriti. «Siamo a conoscenza di altri casi succedutisi in passato», prosegue Marchetto che, annunciando una richiesta di accesso agli atti al comando di Belluno, rincara la dose. «Alla nostra organizzazione - afferma il sindacalista - risulta che al comando provinciale dei vigili del fuoco di Belluno si impiegano mezzi adibiti al soccorso tecnico urgente dotati di pneumatici vetusti, non avendo fondi per acquistarli autonomamente. Ci risulta che qualcuno al comando autorizza il loro utilizzo in attesa che succeda una disgrazia». «Da diversi anni - prosegue il comunicato dell'Usb - denunciamo lo stato dei mezzi adibiti al soccorso tecnico urgente in tutta la regione: automezzi che si fermano per strada, altri che non sono disponibili per mancanza di fondi per le riparazioni. Soprattutto a Belluno vengono mantenuti in servizio automezzi con pneumatici del millennio scorso, rischiando seri problemi all'incolumità pubblica e degli occupanti». Per questo il sindacato ha inviato al comando una richiesta di chiarimenti. Vogliono sapere «qual è il programma di manutenzione mezzi e con quale periodicità vengono verificati i fianchi interni ed esterni» e soprattutto chiedono «l'immediata messa fuori servizio di tutti quei mezzi che non corrispondono alle succitate normative». (Olivia Bonetti)

IL GAZZETTINO - Lunedì, 20 marzo 2017