DIRETTIVO CGIL Lotta e proposte per lo sciopero del 12 dicembre

Sabato 29 Novembre 2014, Padova - L’altro giorno, a Ponte San Nicolò, si è tenuto il direttivo allargato della Cgil ai delegati sindacali in preparazione dello sciopero del 12 dicembre. Hanno partecipato oltre 300 persone, ribadendo l'impegno in tutti i luoghi di lavoro per allargare il più possibile l'adesione alla giornata di protesta contro le politiche del Governo, che riducono i diritti dei lavoratori e non fanno ripartire l'economia.

      «Il 12 dicembre - ha dichiarato Christian Ferrari - sarà una tappa decisiva del percorso di lotta e di proposta che la Cgil ha iniziato da tempo, che ha avuto un appuntamento fondamentale nella manifestazione di Piazza San Giovanni a Roma il 25 ottobre, e che proseguirà fino a quando non ci saranno cambiamenti significativi nelle politiche economiche del Governo e verrà interrotto l'attacco allo Statuto dei lavoratori. Chi sosteneva l'ininfluenza nel mondo del lavoro - ha proseguito il segretario generale della Cgil di Padova - e negli orientamenti dell'opinione pubblica della nostra organizzazione ha dovuto ricredersi e verificherà anche in occasione dello sciopero generale che stiamo interpretando le preoccupazioni, le paure, le speranze, le aspettative di milioni di lavoratori, di giovani, di precari. Così come ha sbagliato chi ha scommesso sull'isolamento della Cgil, come dimostra il percorso unitario con la Uil, con cui stiamo organizzando lo sciopero del 12 dicembre».

      «La crisi economica - ha concluso Ferrari - sta creando tensione sociale, come dimostra l'esplosione delle periferie, e allontanamento dalle Istituzioni, come si desume dalla drammatica astensione che si è verificata alle elezioni regionali di domenica scorsa».

IL GAZZETTINO - Sabato, 29 novembre 2014