Carpenteria pesante in crisi: mobilità per 12 operai alla Ctn

Sabato 29 Novembre 2014, CORBOLA – Rovigo - (f.p.) Più che una riduzione di personale, ha tutta l’aria di essere un ridimensionamento aziendale che lascia poche speranze per il futuro quello che si accinge a fare la Ctn di Sant’Anna di Chioggia, azienda di carpenteria pesante che opera per i Cantieri Visentini e che ha la propria sede operativa a Corbola.

      Ben 12 su 19 addetti gli esuberi annunciati dalla proprietà che ha comunicato all’area Personale della Provincia e alla Direzione del Lavoro oltre che a Cgil, Cisl, Uilm e Cna, l’intenzione di dar corso ai licenziamenti collettivi di quattro operai saldatori, sei operai tubisti, un carpentiere e un curvatubi. Le motivazioni della sopraggiunta impossibilità nel mantenere i livelli occupazionali fanno riferimento alla concorrenza straniera nei cantieri nei quali la ditta opera nel montaggio a bordo di navi e traghetti. L’impiantistica di bordo viene preventivamente assemblata nello stabilimento di Corbola ma, a tutt’oggi, è aumentata la difficoltà di acquisire commesse per il montaggio data la scarsità di lavoro cronicizzata nel tempo. L’azienda ha comunicato inoltre che, dopo aver utilizzato tutti gli ammortizzatori sociali a disposizione, per fronteggiare le conseguenze sul piano sociale della messa in mobilità, il titolare si è attivato verso altre ditte conosciute per il ricollocamento degli operai con risultati incoraggianti anche in ragione dell’alta professionalità dei dipendenti.

IL GAZZETTINO - Sabato, 29 novembre 2014