Amia, rischio blocchi: c'è fermento

Potrebbero essere giorni «sporchi» quelli che precederanno le prossime festività natalizie. Dopo le proteste di quest'estate, si preparano infatti nuove sollevazioni fra il personale dell'Amia, l'azienda municipale della raccolta rifiuti e dell'igiene urbana, con conseguente servizio a singhiozzo. Compatte, le Rsu e le rappresentanze sindacali (Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Fiadel Cisal) hanno indetto un'assemblea dei dipendenti per lunedì, alle 11. Alla quale potrebbero seguire scioperi nelle prossime settimane (tranne durante le feste: è vietato dal regolamento aziendale).

Il fermento è annunciato in una nota in cui le Rsu e le organizzazioni sindacali spiegano: «In seguito allo stato di agitazione, e su mandato dei lavoratori, si è deciso di intraprendere a dicembre una serie di iniziative per far emergere la preoccupante e incerta situazione in Amia».

Nel comunicato sindacale, i punti scottanti, contestati ai vertici aziendali e all'amministrazione comunale, sono «la scadenza, il 31 dicembre, dei contratti per la raccolta nei Comuni esterni, il sevizio giardini e la prevenzione biologica; la cessione di rami d'azienda con smembramento della struttura Amia; la mancanza di progettualità per mantenere l'attuale standard di qualità dei servizi; la scarsa trasparenza nella gestione da parte della proprietà. All'assemblea verranno dunque illustrate le modalità degli scioperi».

A margine, i rappresentanti sindacali aggiungono che sarebbero una settantina i dipendenti, soprattutto giardinieri, con il contratto in scadenza a fine anno, ma ancora non è trapelato niente sul loro destino: «Nonostante le nostre richieste, la direzione aziendale e la giunta comunale non hanno saputo dirci nulla. E i lavoratori sono fortemente preoccupati». Si riapre, inoltre, il capitolo dell'identità da conferire all'Amia: i sindacati e i dipendenti vorrebbero che fosse conservato l'affidamento dei servizi diretto (in house), mentre l'amministrazione comunale preferirebbe avviare l'azienda al project financing. L.CO.

L'ARENA DI VERONA - Sabato, 29 novembre 2014