Vicenza, VI edizione Festival Biblico con Bianchi, Zamagni e Diamanti

Lunedì, 24 maggio 2010
enzo_bianchi

Prende il via giovedì 27 maggio l'edizione 2010 del Festival Biblico, in programma a Vicenza e nei territori limitrofi fino al 30 maggio con una quattro-giorni di conferenze, spettacoli, meditazioni, reading e animazioni dedicata a "L'ospitalità delle Scritture": occasioni di confronto nuove e contemporanee, per interpretare lo spirito dei tempi contemporanei al servizio dei valori della Bibbia.
La sesta edizione della manifestazione, promossa da Diocesi di Vicenza e Società San Paolo con la partecipazione di Famiglia Cristiana e Progetto culturale della Chiesa Italiana, può contare anche sul sostegno di Nordesteuropa. Per diffondere e promuovere i contenuti di un Festival che per l'alto valore culturale contribuisce assieme agli altri grandi eventi del territorio alla candidatura del Nordest a Capitale Europea della Cultura nel 2019.
In particolare a Vicenza si partirà dal Testo biblico per riscoprire il valore delle relazioni ospitali nella società in cui viviamo: una delle sfide più alte che il Festival Biblico si pone per il 2010 con un denso programma di appuntamenti dedicati espressamente alla declinazione politica e attualizzata dell'accoglienza, tra le pieghe delle contraddizioni sociali dell'oggi per scoprire, facendo propri i valori della Bibbia, come comprenderle e sanarle.
Chi si avventurerà per questo sentiero potrà incontrare esperti testimoni del nostro tempo. In particolare il sociologo Ilvo Diamanti e l'economista Stefano Zamagni che, moderati da Giuseppe Frangi (giornalista e direttore di "Vita Non Profit"), dialogheranno davanti al pubblico vicentino sul tema "Ospitalità, sviluppo economico ed economia civile", in un appuntamento promosso assieme a Nordesteuropa nella seconda giornata del Festival Biblico, venerdì 28 maggio al Palazzo delle Opere Sociali (inizio alle 18).
Si parlerà del senso dell' esperienza dell'ospitalità, che nella storia dell'uomo ha sempre avuto una connotazione istintivamente positiva, ma che oggi è diventata invece sinonimo di rischio, di paura, di contaminazione. Partendo da questo delicato tema si allargherà quindi lo sguardo per analizzare le prospettive che il concetto di ospitalità può disegnare in contesti attuali e "caldi" come lo sviluppo economico. Da affrontare nell'ottica dell'economia civile, laddove le relazioni costruttive con il debole o il diverso possono costituire un fattore di arricchimento per la società e, di conseguenza, per il sistema economico che in essa vive e opera.
Il Festival Biblico, che si aprirà giovedì 27 maggio con una lectio magistralis di Enzo Bianchi e si concluderà, domenica 30 maggio, con uno attesissimo concerto in piazza dei Signori della cantante israeliana Noa, conta decine di appuntamenti che si possono conoscere visitando il sito www.festivalbiblico.it

eventi e manifestazioni