Venezia. Marco Polo: Delrio inaugura il Water Terminal

Lunedì, 07 novembre 2016

Doppia inaugurazione stamattina all’aeroporto Marco Polo di Tessera (VE): il Water Terminal, edificio che si sviluppa lungo il lato nord est della darsena finalizzato a raccogliere il flusso di passeggeri provenienti via acqua, e il Moving Walkway, percorso pedonale che attraverso due scale mobili e tre ascensori collega il Water Terminal con il parcheggio multipiano e il terminal passeggeri. Le due strutture architettoniche rientrano tra le opere previste dal Piano di investimenti dell’aeroporto per il periodo 2012 – 2021 siglato tra il Gruppo SAVE e ENAC (Ente Nazionale per l’aviatore civile).

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, che è intervenuto all’inaugurazione, ha voluto sottolineare l’importanza economica che il sistema aeroportuale avrebbe in Italia se vi si investisse di più. «Il nostro Paese ha un deficit logistico importante – ha ricordato Delrio – ed è necessario che venga colmato; basti sapere che in Europa gli aeroporti valgono 110 miliardi di Pil e danno un indotto di 500 miliardi sul turismo: l’Italia che ha una così forte vocazione turistica deve puntare su tutti i suoi aeroporti, anche quelli minori». Non basta quindi che funzioni bene lo scalo di Venezia, bisogna che la strategia di sviluppo abbracci l’Italia tutta, da nord a sud. Il Ministro parla infatti di un «sistema – paese, di un Italia non condannata a vivere nel passato, come un Museo nel quale i turisti entrano ed escono, ma un punto di riferimento attrattivo per la genialità dei suoi imprenditori e l’innovazione».

Un passaggio del suo discorso il ministro lo ha riservato alle Grandi Navi che “devono stare fuori Venezia e fuori dalla Marittima”. Una frase che è stata chiarita ed interpretata come una scelta a favore di un progetto che preveda la loro collocazione nell’area di Marghera.