Venezia. Manifestazione dei lavoratori della scuola il prossimo 20 maggio

Giovedì, 19 maggio 2016

Sciopero nazionale generale della scuola alle porte. Lo hanno proclamato, assieme a Cisl Scuola, le altre tre principali sigle sindacali (Cgil, Uil e Snals) scegliendo per l’astensione del lavoro il prossimo 20 maggio.

I sindacati di settore hanno organizzato anche manifestazioni territoriali. Per il Veneto a Venezia, con ritrovo alle ore 10 a Piazzale Roma con la formazione di un corteo fino a Campo S. Geremia dove avrà luogo il comizio nel quale interverranno i Segretari regionali delle quattro sigle sindacali: Tina Cupani – Cisl Scuola, Salvatore Mazza – Flc Cgil, Giuseppe Morgante – Uil Scuola e Elisabetta Capotosto – Snals Confsal).

A fine mattinata una delegazione dei manifestanti si dirigerà presso l'Ufficio Scolastico Regionale per presentare al Direttore Generale Daniela Beltrame le istanze che sono all’origine dello sciopero.

“Abbiamo molte buone ragioni per scioperare- sottolinea Tina Cupani – e per ognuna di questa una richiesta che sosteniamo unitariamente. In primo luogo il rinnovo del contratto che ormai da sette anni rimane immutato e la stabilizzazione dei precari che hanno acquisito i titoli validi per il consolidamento della propria posizione lavorativa”.

La protesta sindacale riguarda anche una maggiore valorizzazione della professionalità attraverso l'introduzione di meccanismi oggettivi di progressione della carriera ed un più generale alleggerimento della burocrazia. Non da ultimo una nuova attenzione al personale ATA (personale amministrativo tecnico e ausiliario) attraverso l'incremento delle assunzioni ed una semplificazione amministrativa.

“Spesso- conclude Cupani- il settore scuola è al centro del dibattito pubblico a dimostrazione della sua centralità culturale, ma allo stesso tempo dei grossi cambiamenti che necessita nella propria organizzazione interna e a cui mirano gli scioperi come quello di venerdì prossimo”.