Veneto. Aiuti famiglie: meno opportunità ma più esclusi

Lunedì, 26 settembre 2011
stemma_regione10

Nelle prossime settimane giunge a scadenza il tempo per la presentazione delle domande per ottenere alcune agevolazioni sociali previste dalla Regione Veneto per le famiglie con figli, tutte collegate al reddito delle persone calcolato con l'Isee.

Entro il 31 ottobre le famiglie numerose, da 4 figli in su, devono presentare la domanda di Bonus Famiglia. Potranno così ricevere dal Comune di residenza, un contributo economico che varia a seconda del numero dei figli presenti nel 2011: dai 600 euro (4 figli) ai 1.200 (9 e più figli). Per le famiglie con parti trigemellari è invece previsto un bonus di 900 euro ma, se sono presenti altri figli, la famiglia non potrà beneficiare di entrambe le tipologie di contributo. Sono esclusi i cittadini non italiani o comunque non residenti in Veneto da almeno 5 anni. Il reddito Isee non deve poi superare i 30.000 euro. Sarà interessante sapere, viste le restrizioni, quanti saranno i beneficiari.

Entro il 5 ottobre va invece presentata la domanda di contributo "Buono- libri" per l'anno scolastico 2011-2012. Ne possono beneficiare le famiglie residenti in Veneto che hanno figli che frequentano le scuole secondarie Medie o Superiori oppure Enti professionali accreditati. Il reddito Isee non deve superare i 10.632,94 euro. Le domanda vanno inviate esclusivamente via web. Possono beneficiarne italiani e non.

Sempre alle famiglie con figli a  scuola è destinato il "buono-scuola". Servono  quattro requisiti: il figlio deve aver frequentato la scuola (dalla Primaria alla Superiore) nell'anno scolastico 2010/2011, risiedere in Veneto, aver speso almeno 200 euro tra tasse, rette e altre spese di frequenza ed infine un reddito Isee non superiore ai 30.000 euro (se il figlio è disabile 40.000). Anche in questo caso la domanda va inviata unicamente via web entro il 3 novembre. Ne possono beneficiare italiani e non. Di fatto però il contributo va unicamente a chi frequenta scuole private, le uniche che chiedono il pagamento di una tassa scolastica.

Spariti invece il buono trasporto e la borsa di studio con i quali la Regione andava incontro alle spese scolastiche (trasporto, mensa, materiale scolastico) di tutte le famiglie, sia per le scuole pubbliche che private.

In tutte le sedi Caaf Cisl del Veneto è disponibile un servizio di assistenza ed informazione sulle agevolazioni e per la gratuita compilazione dell'Isee.

In allegato bollettino informativo Caaf Cisl Vicenza

caaf-cislvicenzabollettino