Veneto: oltre 4.200 lavoratori con la Cig in deroga

Lunedì, 08 giugno 2009
manifestazione-sindacale-a-venezia

In due mesi (aprile e maggio) sono state ben 738 le domande di Cassa Integrazione in deroga che sono state presentate alla Regione da altrettante aziende per quasi 4.200 lavoratori e per un totale di ore superiore ai 2,2 milioni.
Sono i primi dati che, con la consueta tempestività, gli uffici di Veneto Lavoro hanno elaborato e che confermano la vastità della crisi in atto.
Il numero maggiore di domande sono state presentate dalle aziende dell'artigianato: 664 pari al 90% del totale che hanno chiesto di utilizzare l'ammortizzatore in deroga per 3.600 lavoratori su i 4.300 propri dipendenti.
La Cig in deroga è stata chiesta anche da imprese cooperative (6), del terziario (24) e dell'industria (43). Il 75% delle domande è già stato inoltrato alla Direzione Regionale del lavoro di Venezia per la conclusione dell'iter di approvazione e concessione della Cig.
E' stato anche stimato il costo delle integrazioni salariali concesse (dagli 8 ai 10 euro all'ora) che dovrebbe ammontare a oltre 18 milioni di euro.
La Cig in deroga segue e sostituisce, come sussidio ad integrazione del reddito per i lavoratori sospesi dal lavoro nelle aziende che non hanno accesso alla Cig ordinaria e straordinaria, alla disoccupazione in deroga che nei primi mesi del 2009 è stata richiesta ed utilizzata per più di 12.500 lavoratori.

Tabella CIG in deroga

ammortizzatori sociali, Veneto crisi