Treviso. Pari Opportunità alla ricerca di finanziamento

Giovedì, 03 marzo 2016

Un 8 Marzo all’insegna della ricerca di risorse per sostenere le Pari Opportunità. E’ questo il taglio che le organizzazioni sindacali confederali di Treviso hanno voluto dare alla ricorrenza della Festa della Donna 2016.

Si parte dalla constatazione che nel triennio 2016-2018 il governo ha ridotto da 28 a 17,5 i milioni di euro stanziati per le Politiche delle Pari Opportunità: una sforbiciata contenuta nella legge di Stabilità 2016 di cui pochi se ne sono accorti. Per superare le difficoltà conseguenti la proposta sindacale è quella di mirare ai finanziamenti previsti nei bandi della Unione Europea.

Una alternativa sulla quale Cisl, Cgil e Uil della Marca, hanno chiamato a confronto, in un convegno che si svolge il prossimo 4 marzo, la Consigliera di Parità della Provincia di Treviso e Laura Franceschi esperta di politiche comunitarie della Consulmarc Sviluppo srl.

Alla iniziativa, patrocinata dalla Provincia, interverranno Sara Pasqualin Segretaria Cgil Treviso, Annalisa Barbetta Segretaria Uil Veneto e  Stefania Barbieri Consigliera di Parità provinciale. Laura Franceschi focalizzerà l’attenzione dei partecipanti sui finanziamenti che l’Unione Europea mette a disposizione per promuovere la parità di genere, secondo una prospettiva a più dimensioni: programmi per il sostegno all’occupazione, iniziative per il supporto all’imprenditorialità femminile, finanziamenti per la mobilità internazionale, azioni per la lotta alla violenza di genere e l’inclusione sociale. La conclusione dei lavori sono stati affidati a Cinzia Bonan Segretaria Cisl Belluno Treviso. L’appuntamento per le 9.30 all’Hotel Maggior Consiglio di Treviso.