Treviso: si è spento Antonio Marta, fondatore della Cisl

Giovedì, 18 ottobre 2012

Antonio Marta, uno dei fondatori della Cisl a Treviso si è spento oggi verso mezzogiorno. Marta era nato nel 1922 e aveva iniziato a lavorare nel 1936, a 14 anni, al Canapificio di Crocetta del Montello, allora la più grande fabbrica della Marca. Dopo la Liberazione, diventa segretario della Democrazia Cristiana a Crocetta, fonda il circolo Acli locale  ed è protagonista della clamorosa rimonta della Corrente Sindacale Cristiana, in competizione con la componente comunista della Cgil, nella Commissione Interna  del Canapificio. Partecipa alla costituzione della  Libera Cgil e poi alla nascita della Cisl ed in particolare della federazione dei lavoratori tessili.

Nel 1954 viene assunto all’Inps dove continua il suo impegno sindacale con la Cisl. Prosegue anche la sua  militanza nella Dc e nelle Acli provinciali, di cui è stato a lungo vice presidente “operaio”, e nazionali. Diventa anche consigliere e assessore della Provincia di Treviso,  vicesindaco di Crocetta  e consigliere regionale. Dal  1978 era in pensione .

Franco Lorenzon, segretario della Cisl di Treviso, ha espresso il cordoglio dell’intera organizzazione sindacale trevigiana, cui si è aggiunta la Cisl del Veneto, in cui sono ancora vivi tra militanti storici  il fervore e la passione di Antonio Marta.