Tesseramento Cisl Veneto: crescono le adesioni tra i lavoratori

Mercoledì, 18 marzo 2015

La Cisl chiude il tesseramento 2014 con 422.192 iscritti in Veneto e si conferma come primo sindacato in Veneto (seguita dalla Cgil con 391.042 aderenti).

“Un numero – spiega il segretario regionale Marino Fantino-  che è il risultato di due dinamiche di opposto segno aritmetico. La prima è quella che registra una progressiva e costante crescita delle adesioni tra i lavoratori dipendenti: 217.000 e cioè 3.600 in più rispetto al 2013, quasi 18.000 in più rispetto al 2008, l’ultimo anno prima della crisi. Con il segno meno invece gli iscritti tra i pensionati dove pesa il forte ridimensionamento dei nuovi pensionamenti determinato dalle diverse riforme del sistema previdenziale, ultima la Fornero”.

Visti un po’ più da vicino i dati sul tesseramento raccontano le vicende delle singole federazioni, le strutture portanti della Confederazione fondata da Pastore giusto 65 anni fa.

Nel settore del lavoro industriale il risultato migliore è della Fim (metalmeccanici, nel cui settore di rappresentanza ha più imperversato la crisi) che chiude il 2014 con circa 500 iscritti in più rispetto al 2013. In positivo anche il comparto agroalimentare, mentre Femca (chimici e settore moda) Fistel (grafici, cartai e telefonici)e Flaei (elettrici) registrano una leggera contrazione tra gli aderenti. Stabile la federazione delle costruzioni che regge l’impatto della crisi sia nell’edilizia che del mobile –arredo.

Allargando l’analisi a tutto il settore del lavoro dipendente privato si presenta come molto positivo il risultato raggiunto dalla Fisascat (terziario commerciale) che sfiora la soglia dei 37.500 (nel 2014 ha acquisito circa 1.400 soci in più). Saldo tessere positivo anche per la Fit (trasporti).

Nell’ambito del lavoro pubblico, rappresentato da sei federazioni, risultano in attivo le adesioni alla Cisl Funzione Pubblica (dipendenti del pubblico impiego: Enti Locali, Sanità pubblica, Ministeriali), della Ricerca e dell'Università. In leggero calo la Federazione della Sicurezza mentre la Cisl Scuola registra l'aumento più consistente con circa 2.300 nuove adesioni. Complessivamente i lavoratori pubblici con tessera Cisl 2014 in Veneto sono poco meno di 52.000.

“Il tesseramento al nostro sindacato- commenta Franca Porto- è molto legato alle dinamiche della base associativa. I risultati di importanti federazioni dimostrano però che sappiamo nuotare anche contro corrente”.

Per la Segretaria della Cisl del Veneto la crisi, ad esempio, che pure la falciato l’occupazione in molte aziende dove il sindacato vantava una presenza storica, ha determinato un riavvicinamento dei lavoratori. “Paga il fatto di essere un sindacato che sa dare risposte concrete, collettive come personali, ai problemi delle persone”.