Regione Veneto: contributi scolastici 2010-2011

Lunedì, 06 settembre 2010
scuolabus

Un milione in meno di euro. E' questa la differenza tra le risorse destinate dalla Regione Veneto per i contributi scuola per il prossimo anno scolastico e rispetto a quello appena passato.
Per le tre tipologie di contributo con cui si sostengono le famiglie a basso reddito con figli studenti (buono trasporto, buono libri di testo e borse di studio) sono stati stanziati infatti 12,6 milioni di euro rispetto ai precedenti 13,6.
Il taglio riguarda soprattutto il plafond per i buoni libro (da 6,5 a 5,8 milioni).
Per i contributi relativi all'imminente anno scolastico sono stati pubblicati anche i bandi la presentazione delle domande che possono essere presentate dalla famiglia di qualsiasi studente, residente in Veneto, che frequenta le scuole venete.
Nessuna discriminazione relativa alla cittadinanza dunque ma precise limitazioni nel reddito famigliare calcolato con l'Isee. I tetti, diversi per tipologia di contributo, sono rimasti invariati rispetto allo scorso anno: 12.405 euro per la Borsa di studio, 17.721 euro per il buono trasporto, 13.500 euro per il buono libri.
Per le spese sostenute dalle famiglie lo scorso anno scolastico la Regione ha erogato poco più di 107 mila contributi (16 mila trasporto, 38 mila libri e 53 mila borse di studio). Non si conosce invece il numero delle famiglie beneficiate in quanto si potevano accumulare più contributi.
Tra le novità di quest'anno l'introduzione del criterio di merito nella formazione della graduatoria degli aventi diritto alla borsa di studio e l'invio della domanda unicamente per via telematica. Una scelta quest'ultima che farà risparmiare alle famiglie i costi delle raccomandate e alla Regione quelli della gestione delle pratiche che, peraltro, grazie al sistema informatico potranno essere concluse molto più rapidamente che negli scorsi anni (se poi questo si tradurrà anche in una più rapida erogazione dei contributi e tutto da vedere).
La famiglie potranno inoltre trovare assistenza per la presentazione della domanda presso tutte le scuole ed i Comuni di residenza (in genere rivolgendosi agli Uffici Scolastici o ai Servizi Sociali) mentre per l'Isee bisogna rivolgersi ai Caaf (la pratica è gratuita).
Pur non essendo possibile avanzare delle previsioni è plausibile ipotizzare che, a seguito della crisi occupazionale che ha colpito il reddito di molte famiglie e della crescita della popolazione scolastica, ci sarà un aumento delle domande presentate che andrà a ridurre ulteriormente l'importo dei singoli contributi.
Le domande devono essere presentate entro le scadenze indicate nei singoli bandi e attenzione: se si omette l'indicazione di un dato oppure l'invio di un documento da allegare si è esclusi automaticamente dal contributo.

In allegato:
Regione Veneto. Estratto bando Contributo regionale "buono- Borsa di Studio" As 2010-2011
Regione Veneto. Estratto bando Contributo regionale "buono- Trasporto" As 2010-2011
Regione Veneto. Estratto bando Contributo regionale "buono- Libri " As 2010-2011

welfare