Referendum Autonomia. Domenica si vota in Veneto e Lombardia

Venerdì, 20 ottobre 2017

Domenica 22 ottobre i cittadini veneti sono chiamati alle urne per rispondere, con un SI o un NO al quesito “Vuoi che alla Regione del Veneto siano attribuite ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia?”. Per votare basterà munirsi della sola carta d’identità  e recarsi al proprio seggio elettorale che rimarrà aperto dalle 7 alle 23 di domenica.

Perché il referendum, che è puramente consultivo, sia considerato valido lo Statuto della Regione Veneto prevede che si rechi alle urne la maggioranza degli aventi diritti al voto.

Doppio invece quesito (e doppia scheda) per gli elettori bellunesi che oltre a votare per una maggiore autonomia della regione (scheda azzurra) dovranno esprimersi anche sulla maggiore autonomia provinciale (scheda rosa) come indicato dal quesito “Vuoi che la specificità della Provincia di Belluno venga ulteriormente rafforzata con il riconoscimento di funzioni aggiuntive e delle connesse risorse finanziarie e che ciò venga recepito anche nell'ambito delle intese Stato/Regione per una maggiore autonomia del Veneto ai sensi dell’art. 116 della Costituzione?". Contemporaneamente anche in Lombardia i cittadini andranno a votare sullo stesso tema ma rispondendo ad un quesito diverso nella forma; in questo caso non è richiesto il quorum. 

Nel frattempo i presidenti del Consiglio, Paolo Gentiloni, e della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini,hanno siglato a Palazzo Chigi una Dichiarazione di intenti che formalizza l’avvio del percorso per il riconoscimento di una maggiore autonomia alla Regione.

Obiettivo: “perseguire un esito positivo sia per la Regione sia per l’ordinamento repubblicano sia, soprattutto, nell’interesse del Paese”.