Profughi. In Veneto prevale la solidarietà

Giovedì, 23 luglio 2015

La Comunità di Sant’Egidio Veneto interviene con la sua autorevolezza sul tema caldo dei profughi ospitati in Veneto. “In questa calda estate 2015 – scrive la Comunità in un comunicato stampa - l'accoglienza ai profughi, in Veneto, suscita paure che risultano ampiamente ingiustificate. L’opinione pubblica veneta appare disorientata, senza punti di riferimento, di fronte a chi grida, ingiustamente, all’invasione e ai Comuni che spesso chiudono le porte.” Una situazione pericolosa per tutti, sottolinea la Comunità, perché produce una deriva nei rapporti sociali, aggiungendo che soffiare sul fuoco dell’intolleranza e della paura verso lo “straniero” è pericoloso: parole razziste e espressioni di violenza contraddicono profondamente la storia e la cultura dei veneti, che si sono sempre contraddistinti per umanità e solidarietà.

Da qui la necessità di dare voce ai tanti che “con grande generosità, stanno offrendo il loro tempo e la loro solidarietà a chi arriva dal Sud del mondo”. L’occasione sarà data domani, venerdì 24 luglio, in una conferenza dal titolo emblematico “La solidarietà è più larga della protesta: il vero volto del Veneto davanti ai rifugiati” a cui interverranno don Marino Callegari, Caritas diocesana di Chioggia,

Alessandra Coin, Comunità di Sant’Egidio, Franca Porto, CISL Veneto ed il prof. Stefano Allievi, sociologo di Padova. L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con la Cisl del Veneto. L’appuntamento è alle ore 11.00 presso la Sala Conferenze della Cisl in via Piave 7 a Mestre.