Oggi (e domani) la Fim del Veneto a Congresso

Giovedì, 04 aprile 2013

L’appuntamento è per oggi pomeriggio alle 14.30 presso la Villa Ducale di Dolo, Venezia, luogo prescelto dalla Fim Cisl del Veneto, con i suoi 30.000 tesserati, primo sindacato tra i lavoratori metalmeccanici della nostra regione, per svolgere il suo IX Congresso.

Vi partecipano 150 delegati eletti tra le fila dei 922 dirigenti della Fim che hanno partecipato ai 5 congressi territoriali (Venezia, Vicenza, Verona, Padova Rovigo e Belluno Treviso) svoltisi nelle scorse settimane. La Federazione dei metalmeccanici della Cisl del Veneto si presenta alla scadenza avendo ampliato in questi ultimi anni la propria base associativa: dai 28.855 iscritti del 2008 ai 30.170 del 2012. Su 100 iscritti 14 sono immigrati provenienti, per più della metà, da paesi dell’Africa.

Un risultato controcorrente perché l’occupazione nel settore, come descritto nel report prodotto per l’occasione, paga un conto salato alla crisi: 1.800 procedure di crisi per altrettante aziende, 26.000 gli occupati in meno, dimezzate le assunzioni, uso massiccio di ammortizzatori sociali che però non hanno impedito la messa in mobilità di 13.500 lavoratori a seguito di una riduzione collettiva del personale, mentre altri 14.500 hanno ricevuto una lettera di licenziamento individuale.

Commenta Michele Zanocco, segretario regionale, che “La metalmeccanica veneta condivide con il settore delle costruzioni i maggiori danni produttivi ed occupazionali determinati dalla crisi. Ciononostante mantiene forti potenzialità di ripresa che vanno sostenute a tutti i livelli. La Fim farà fino in fondo la sua parte nelle aziende per migliorarne la competitività e per non perdere altro lavoro”.

Un obiettivo ambizioso per conseguire il quale la Fim punta sulla sua radicata presenza: associati in 2.644 aziende industriali del Veneto, 681 eletti nelle RSU a cui si affiancano, nell’attività sindacale di fabbrica, altri 575 delegati e 42 dirigenti a tempo pieno (uno ogni 700 iscritti).

Il congresso si concluderà domani con la elezioni di 60 rappresentati che parteciperanno al Congresso Nazionale della Fim, di altri 19 che saranno al congresso della Cisl del Veneto ed infine dei 70 componenti del nuovo Consiglio Generale regionale. A questi ultimi il compito di eleggere Segretario generale e segretaria.