Mestre. Arsenale2022 incontra i media veneti

Venerdì, 16 dicembre 2016

Procede il calendario di incontri previsto dalle dieci associazioni di rappresentanza venete di #Arsenale2022, incontri finalizzata a far conoscere gli obiettivi e la natura del progetto: dopo il Presidente della Regione Luca Zaia, oggi è stata la volta dei media. Nelle sede mestrina di Confindustria sono stati invitati i responsabili delle testate giornalistiche venete, invito che è stato accolto da Ansa, Il Sole 24 ore, Gruppo Finegil, Corriere del Veneto, Il Giornale di Vicenza e il Gazzettino.

Nella sua premessa il portavoce ufficiale di #Arsenale2022, Ugo Campagnaro di Confcooperative, ha messo in evidenza l’unicità dello sforzo di unità e di condivisione che muove il progetto fondato su fondato “sui valori dell’impresa, del lavoro, dell’autonomia e sulla volontà di costruire una nuova classe dirigente”.  I rappresentanti delle associazioni hanno approfondito le idee di Arsenale sui temi affrontati nei 7 tavoli di lavoro: dal credito alla semplificazione della pubblica amministrazione, dalle potenzialità dell’agricoltura fino alle infrastrutture che mancano.

Onofrio Rota si è soffermato sul tema del lavoro e della occupazione proponendo di utilizzare tutti gli strumenti per aumentare i posti di lavoro (ne mancano 40.000 per tornare ai livelli del 2008)  «Ad esempio l’APE è uno strumento interessante per recuperare i posti di lavoro – ha precisato Onofrio Rota – dando vita ad un percorso di “ricambio generazionale” tra i lavoratori».

Campagnaro ha concluso l’incontro sottolineando che il progetto si consoliderà nei prossimi mesi attorno a tre direttrici: l’avvio di una scuola di formazione comune per il gruppo dirigente delle 10 associazioni, lo sviluppo delle tematiche trattate nei tavoli di lavoro e il sostegno alla innovazione.