Mestre: domani la Cisl in piazza mercato per la riforma del fisco

Martedì, 28 aprile 2015

Domani  mattina a Mestre in Via Poerio, fianco Coin, i segretari della Cisl del Veneto, Franca Porto, e di Venezia, Lino Gottardello, daranno avvio in forma ufficiale alla campagna per la raccolta delle firme sulla proposta di legge di iniziativa popolare“Per un fisco + equo e giusto”.  Per la Cisl l’impegno è straordinario “ Puntiamo a raccogliere, nel solo Veneto, 200mila firme, cioè molte di più di quanto preveda, ma su dimensione nazionale, l’attuale normativa in materia (bastano 50.000) ma anche la riforma del sistema legislativo (150.000) perché il Parlamento entri nel merito delle nostre 5 proposte” sottolineano Porto e Gottardello. 

A livello nazionale la Cisl si propone di traguardare i 2 milioni di firme. Un obiettivo ambizioso ma è tarato sulla quantità di cittadini- contribuenti che sono coinvolti nella proposta: oltre ai lavoratori dipendenti anche i pensionati e, per la prima volta per un sindacato, anche i lavoratori autonomi.

Franca Porto sintetizza così le proposte Cisl “Il fisco deve essere equo nel prelievo delle tasse. Questa equità è data dalla “proporzionalità” del prelievo: chi ha di più mette di più. Nello stesso tempo equità è anche quella che il fisco deve avere nel restituzione: chi ha più bisogno deve ricevere di più. Il fisco deve essere anche giusto nei confronti dei cittadini. Giusto nel prelevare le tasse a tutti e non solo ad alcuni ma anche giusto nel restituire sulla base del reddito effettivo che le persone e le famiglie dispongono”.

“La campagna raccolta firme – aggiunge Gottardello- si svilupperà lungo tre linee d’azione. La prima invitando i cittadini a recarsi nel proprio Comune per sottoscrivere la proposta di legge, l’altra con banchetti nelle piazze ed infine con assemblee nei posti di lavoro e con i pensionati. Ci aspettiamo che anche i candidati alle elezioni amministrative si esprimano su queste nostre proposte”.