Lavori usuranti: entro il 1 marzo le domande 2016

Mercoledì, 03 febbraio 2016

La domanda per beneficiare delle agevolazioni pensionistiche previste per chi svolge i cd lavori usuranti vanno presentate all’Inps entro il prossimo 1 marzo quando i requisiti richiesti vengono maturati nel corso del 2016.

A precisarlo è l’Inps con un messaggio (n. 386 del 29 gennaio 2016) ricordando che il diritto alle agevolazioni pensionistiche previste per chi svolge attività particolarmente faticose e pensanti ai sensi del decreto legislativo n. 67/2011 è subordinato alla presentazione della domanda entro il 1 marzo.

I requisiti previsti dalla legge sono tali che i lavoratori che riescono a beneficiare del pensionamento anticipato non sono molti di più dei cammelli che passano per la cruna dell’ago. Il primo riguarda le mansioni: lavoratori impegnati prevalentemente in miniera, palombari, fonderia, nei doppi fondi delle navi, alla asportazione di amianto. Poi ancora addetti alla “linea catena”, gli autisti del trasporto pubblico collettivo ed i lavoratori notturni (con un minimo di notti effettivamente lavorate in un anno). Altro requisito l’anzianità contributiva e l’età anagrafica (nel migliore dei casi per i lavoratori dipendenti rispettivamente almeno 35 anni e 61 anni e 7 mesi). Infine il periodo di lavoro usurante effettivamente prestato: almeno 7 anni negli ultimi 10 di lavoro.

Il ritardo nella presentazione della domanda entro il termine previsto determina il differimento della decorrenza della prestazione e quindi la perdita dei ratei pregressi.

La cosa migliore da farsi è presentarsi ad uno degli sportelli del Patronato Inas Cisl e chiedere informazioni ed assistenza.