La cittadinanza comune, corso per immigrati a Venezia

Venerdì, 30 ottobre 2009
immigrati-della-cisl-veneziana

Domani pomeriggio, presso la Casa "Alle Lagune"  di Mestre si svolgerà il primo corso per i delegati e gli attivisti della Filca Cisl di Venezia immigrati.

"E' la prima iniziativa di questo tipo- ci racconta Sejdo Sisik, macedone di Debar, cittadina al confine con l'Albania con un omonimo lago artificiale, immigrato in Italia nel 2002, muratore ed operatore della Filca veneziana da alcuni mesi - e contiamo di avere una quindicina di partecipanti, lavoratori di tutti i settori delle costruzioni". Il corso, risultato tangibile dell'accordo di collaborazione tra la Federazione delle Costruzioni, probabilmente la categoria della Cisl con la più alta percentuale di iscritti stranieri specie nei territori del nord, e l'Anolf, Associazione dei migranti promossa dalla Cisl.

Relatore al corso Gabriele Brunetti, esperto dell'Anolf sui temi dell'immigrazione ed in particolare in materia di diritto e legislazione sui migranti nazionale ed internazionale.

I temi trattati saranno quelli dei diritti che l'Italia riserva agli immigranti "sapendo -specifica Brunetti- che per la legge italiana non c'è l'immigrato al singolare ma tante tipologie di immigrati ad ognuna delle quale sono riservate norme e diritti diversi, sia per entrare regolarmente nel nostro Paese che per risiedervi più o meno a lungo". La conoscenza delle premesse culturali e giuridiche sulle quali si fonda il florilegio, in alcuni casi, la vera e propria giungla normativa italiana sull'immigrazione è una base utile per capire come viene visto l'immigrato dallo Stato Italiano.

Un secondo appuntamento è previsto per sabato novembre ed avrà al centro della discussione la conoscenza del sindacato italiano, delle sue funzioni ed in modo particolare della organizzazione della Cisl.

immigrati