Italo: 20 posti di lavoro a rischio in Veneto

Mercoledì, 27 maggio 2015

NTV (Nuova Trasporto Viaggiatori) disconosce l’accordo che bloccava i 250 licenziamenti prospettati grazie al ricorso ai contratto di solidarietà e rilancia la chiusura a breve delle Case Italo di Padova e Mestre “mettendo così in pericolo 20 posti di lavoro” conferma Claudio Capozucca della Fit Cisl del Veneto.

Per il sindacalista i tagli sul personale non sono altro che “l’effetto di una politica aziendale che ha puntato molto sulla pubblicità e sui bassi prezzi ma poco sullo sviluppo. Credo risulti ormai evidente come la guerra sulle tariffe più basse iniziata con Trenitalia, la pagheranno come al solito i lavoratori ed i viaggiatori che si troveranno un’offerta ed un servizio ben al di sotto delle aspettative”.

La Fit Cisl chiede quindi un intervento anche della politica regionale che faccia recedere NTV dalla decisione di fare carta straccia degli accordi sottoscritti con il sindacato poche settimane fa e di impegnarsi a mantenere servizi e occupazione anche in Veneto.