Gennaio 2009, più disoccupati in Veneto

Mercoledì, 18 febbraio 2009

E' quanto registra il bollettino n. 20 di Misure, una delle pubblicazione sempre aggiornate di Veneto Lavoro. La misurazione è stata fatto analizzando i numeri degli ingressi nelle liste dei disoccupati presso i Centri per l'Impiego del Veneto con le dichiarazioni di disponibilità al lavoro (fatte sia da chi cerca una occupazione per la prima volta che da chi è stato posto nelle liste di mobilità) e con i rientri dopo la conclusione di un lavoro a termine.
Per un confronto sono stati considerati i numeri dal 2003 a gennaio 2009, passando così dai 113.786 ingressi complessivi del 2003 ai 172.188 del 2008. Il balzo in avanti lo si ha negli ultimi mesi del 2008 (di quest'anno vengono rappresentati i dati mensili) con oltre 16.000 iscrizioni in più rispetto al 2007 in gran parte collegate alla collocazione in mobilità (+ 11.500) e ai rientri da lavoro a termine (+ 4.500). In calo invece le iscrizioni di chi cerca il primo lavoro (- 800).
I dati di gennaio 2009 seguono questo trend e sono quasi 10.000 le iscrizioni allo stato di disoccupazione collegati soprattutto all'inserimento nelle liste di mobilità.
Misure n. 20 approfondisce l'analisi evidenziando le caratteristiche principali dei soggetti che entrano nelle liste: età, cittadinanza, genere e confrontando gennaio 2009 con gennaio 2003.
I più colpiti dalla crisi risultano i lavoratori stranieri e quelli nelle fasce di età dai 40 ai 59 anni.
- Segnale evidente - commenta Franca Porto nel suo editoriale "Stato di disoccupazione, stato di preoccupazione" pubblicato nel nostro sito - che si inaspriscono anche in Veneto gli effetti negativi della crisi internazionale sulla occupazione- .
documentazione
Veneto Lavoro. Misure n.20, La dinamica degli ingressi in stato di disoccupazione. febbraio 2009

statistiche Veneto, Veneto crisi