Fiscascat. Firmato accordo integrativo per il Novotel di Mestre

Giovedì, 14 settembre 2017

«Speriamo che il contratto integrativo firmato con la Direzione del Novotel Mestre Castellana possa fungere da apripista per gli altri 29 alberghi italiani del Gruppo». Commenta così Andrea Stevanin (Fisascat Venezia) l’accordo (valido fino a fine dicembre 2018) firmato ieri 13 settembre e che è il primo ed unico finora raggiunto a livello nazionale.

Puntando su un sistema di relazioni sindacali volto al confronto costante, i punti focali del rinnovo vanno dagli investimenti sulla formazione dei lavoratori per migliorare la qualità dei servizi offerti ai clienti alla maggiore tutela  per le vittime di molestie all’interno dell’ambiente lavorativo.

Per la parte economica è stato istituito il premio di risultato per tutti i 60 dipendenti dell’hotel sulla base delle nuove norme sulla detassazione. I parametri di misurazione sono l’incremento del RAI (Risultato Ante Imposte) e l’incremento dei valori della qualità. E’ prevista anche l’opzione, su base volontaria, della erogazione per premio in welfare aziendale.

«Per dare avvio a questa doppia opportunità bisogna che ci sia un’adesione da parte dei lavoratori sufficiente a coprire i costi di gestione – precisa Stevanin - I lavoratori potranno quindi decidere se trasformare il premio di risultato in prestazioni di welfare».