Fim Venezia: soluzione positiva per le Officine MTM Spinea.

Martedì, 15 marzo 2016

La vertenza delle Officine MTM di Spinea ha finalmente avuto un risvolto positivo.

Ieri mattina i dirigenti della Fim Cisl di Venezia e la nuova proprietà aziendale rappresentata da Arnaldo e Giovanni Manfreo hanno comunicato ai  lavoratori dipendenti, riuniti in assemblea con le RSU, che si era conclusa la trattativa per l’acquisizione di tutte le quote dell’ex socio di maggioranza e che di conseguenza l’azienda è passata totalmente nelle mani dei Manfreo,  i proprietari storici delle MTM.

Una soluzione questa valutata positivamente dal sindacato che nei mesi scorsi aveva contestato l’atteggiamento del socio di maggioranza dando vita anche ad una polemica sulla stampa.

Arnaldo Manfreo durante l'incontro con i lavoratori ha dichiarato la propria volontà di rilanciare l’azienda per riportarla ai vertici nei mercati di riferimento, incrementando il portafoglio ordini con l'obiettivo di investire in tecnologia e innovazione.

“Sembra che finalmente si sia trovata una soluzione anche per questa realtà industriale - spiega Alberto Gomiero della Fim Cisl – la nostra prima preoccupazione era il mantenimento dell'occupazione e la garanzia che ci fosse un futuro.  Crediamo che la nuova compagine societaria possa lavorare per questi obiettivi rimettendo così in piedi una azienda che rischiava di scomparire. Anche i lavoratori, operai ed impiegati, hanno creduto in questa soluzione e ci hanno sostenuto nella vertenza. Sicuramente ci aspettano ancora mesi difficili ma il clima che si respira da ieri è decisamente improntato all’ottimismo.”

Le Officine MTM di Spinea producono linee di produzione per tubo, contano su 50 dipendenti ed operano nel mercato nazionale ma soprattutto estero dalle Americhe all’Africa, dall’Europa ai grandi paesi asiatici come l’India. Da alcuni mesi l’azienda è in Cassa Integrazione Ordinaria per carenza di ordinativi.