Fai Veneto. Zanin rimane al vertice

Venerdì, 21 aprile 2017

“Verso nuove forme di responsabilità”  il titolo del VI Congresso regionale della Fai che ha riunito al Parc Hotel Paradiso & Golf Resort di Peschiera del Garda i 109 delegati (quasi 13mila gli iscritti alla federazione) provenienti dai 5 territori. «Il titolo che abbiamo scelto – ha spiegato Andrea Zanin nella relazione da Segretario generale uscente – rappresenta l’essenza del nostro progetto sindacale e organizzativo in Veneto: elaborare e promuovere nuovi strumenti per svolgere adeguatamente nuovi ruoli. Gli ambiti in cui dovremo agire ci sono ben chiari: nuove forme di organizzazione del lavoro, governo delle dinamiche del mercato del lavoro, un welfare che tuteli in maniera nuova la persona durante tutto il percorso di vita: dalla scuola, al lavoro, alla famiglia, alla pensione, alla vecchiaia. Il progetto della Fai del Veneto non può che partire da una forte attenzione alla rappresentanza contrattuale». Tra gli ospiti presenti alla due giorni congressuale il Segretario generale Fai Luigi Sbarra e Onofrio Rota che, nato e cresciuto nella federazione agroalimentare, ha posto l’accento su «il forte impegno che la Cisl del Veneto sta mettendo nel rilancio della regione ponendosi come interlocutore partecipativo e propositivo e intervenendo su questioni quali infrastrutture, Competence Center e Industry4.0». Anche questo congresso ha avuto il suo epilogo con il rinnovo delle cariche di Segreteria. All'unanimità Andrea Zanin è stato confermato alla guida della Federazione. Sposato con due figli, Zanin è isolano di origine. Nasce infatti ad Oristano (Sardegna) nel 1968, ma dopo appena tre anni la sua famiglia si trasferisce a Trevignano (Treviso), dove tuttora risiede. Dopo il diploma professionale, nel 1992 viene assunto come operaio in un’azienda del legno a Montebelluna. Nello stesso anno si iscrive alla Filca Cisl di cui successivamente diventa operatore sindacale. Nel 2002 il trasferimento di categoria, dagli edili passa alla federazione degli alimentaristi cominciando quindi la sua carriera in Fai. Eletto alla guida della Fai di Treviso nel 2006, nel marzo 2015 diventa Segretario generale Fai Veneto.  In Segreteria confermato Giampaolo Veghini e la new entry Daniela Fincato