Domani a Padova, per un fisco più equo

Venerdì, 26 febbraio 2010
f-porto-8

Domani, 27 febbraio la Cisl presenterà le sue proposte in materia di riforma fiscale nel corso della manifestazione regionale organizzata nell'ambito della giornata di mobilitazione nazionale presso la Fiera a Padova (sala Carraresi).
Una recente ricerca del Caf Cisl ha messo in evidenza l'urgenza di una profonda riforma del sistema fiscale. A fronte di una diminuzione del reddito medio dei lavoratori dipendenti e dei pensionati sono invece aumentate le imposte medie pagate da queste categorie di cittadini. In Veneto tra il 2007 e il 2008 il reddito medio dichiarato è cresciuto di 752 euro (+3,3%, da 22.642 euro a 23.397), un aumento comunque inferiore a quello medio nazionale che si attesta invece al +4%. Ma, in termini reali, nella nostra regione il reddito dei lavoratori dipendenti è diminuito dello 0,6% e quello dei pensionati dell'1,7%. A livello nazionale le imposte medie effettivamente pagate, in particolare per i contribuenti tra i 25 e i 60 anni di età, sono aumentate di ben 191 euro, ossia del 5,4% rispetto all'anno precedente. E il meccanismo che ha inciso di più è stato il fiscal drag, l'aumento percentuale del prelievo fiscale dovuto alla crescita nominale dei redditi, che porta una parte degli stessi su aliquote Irpef più alte. Tale situazione si è ripetuta nel 2009 e si ripresenterà nel 2010 se non si opererà con la riforma fiscale richiesta.
Nello specifico, per la Cisl la riforma fiscale che sarà presentata sabato a Padova, dovrebbe svilupparsi lungo sette direttrici: oltre alla riduzione del carico fiscale su lavoratori dipendenti e pensionati, il sostegno alla famiglia con il "NAF" (nuovo assegno familiare), l'incentivo al secondo livello contrattuale tramite la detassazione, la lotta all'evasione fiscale, il fisco premiale per le imprese che investono e non riducono l'occupazione, la tassazione di rendite e patrimoni e, infine, il federalismo fiscale.
Ad aprire la giornata dopo il saluto introduttivo di Adriano Pozzato, segretario generale Cisl Padova, l'intervento di Franca Porto, segretario generale del sindacato veneto. La mattinata proseguirà con la testimonianza di Francesco Crespi, ricercatore della GSK (Glaxo) di Verona e delegato Femca Cisl, Abdoulaye Laity Fall, segretario Cisl Padova, Maria Rosaria Andreano, delegata Fim Cisl alla Intrac di Rovigo, Lorenzo De Vecchi, segretario Cisl Venezia, Raffaele Consilio, segretario Fim Cisl Vicenza, Natalia Fregnan, delegata Filca Cisl alla Arredo Gel di Longarone e Abdallah Khezraji, Associazione Immigrati Anolf Treviso. Le conclusioni spetteranno a Maurizio Petriccioli, segretario confederale della Cisl nazionale -Dipartimento democrazia economica, economia sociale, fisco e previdenza.

fisco