Consulta Immigrazione Veneto: altri ritiri

Mercoledì, 17 luglio 2013

Si allarga la frattura tra Regione Veneto e rappresentanze sociali a seguito delle offese raqzziste al ministro Kyenge. Dopo i sindacati confederali anche le associazioni degli immigrati ritirano infatti i propri rappresentanti dalla Consulta Regionale per l’Immigrazione. Ieri le associazioni Coordinamento Stranieri di Vicenza,  AFRO CLUB –ASCA di Padova, Coordinamento immigrati dal Sud del Mondo e Ande Dieuf  hanno sottoscritto un documento comune “Adesso basta” che denuncia come “il cumulo di insulti volgari e razzisti che sono stati riversati sul ministro Kyenge” abbia superato ogni limite delle decenza e del decoro. Il dito è puntato su Calderoli ma anche, e più direttamente sull’assessore all’immigrazione della Regione Veneto, Daniele Stival, che avrebbe dimostrato “ancora una volta di non essere degno della sua carica istituzionale”.  I presidenti delle quattro associazioni, Morteza Nirou, Monga Kanyangu, Camis Dagui e Mustapha Ndjai, chiedono quindi le dimissioni dell'assessore per “manifesta incompatibilità delle sue idee con la carica che ricopre” aggiungendo che “fino ad allora ritiriamo i nostri rappresentanti dalla Consulta Regionale per l'Immigrazione”.

A questa dura presa di posizione hanno dato la loro adesione Gilbert Abasimi della Comunità Ghanese del Veneto, Farouk Chazad della Comunità pakistana di Vicenza e Riad Krika responsabile del Centro Islamico di Vicenza.