Congresso Cisl Padova Rovigo. Confermata Dorio, entra in Segreteria Scavazzin

Giovedì, 30 marzo 2017

Sabrina Dorio è stata confermata alla guida della più grande Unione del Veneto, quella di Padova Rovigo (120mila iscritti). La fiducia le è stata accordata da 90 consiglieri su 98, convocati alla conclusione del II congresso interprovinciale. Di origine padovana, Dorio proviene dalla Federazione dei lavoratori pubblici; il suo incontro con il sindacato avviene nel 1992 quando è eletta delegata sindacale della Funzione Pubblica Cisl nell’Azienda ospedaliera di Padova dove lavora come infermiera. Nel 1999 è operatore sindacale a tempo pieno fino al 2001 quando viene eletta Segretaria generale dell’FP territoriali. Assume successivamente incarichi a livello regionale prima come componente la segreteria della Funzione Pubblica poi della Cisl del Veneto.

Diventa, nel 2014, la prima segretaria generale della neonata unione interprovinciale di Padova Rovigo. Insieme a lei in Segreteria per questo nuovo mandato la new entry  Samuel Scavazzin proveniente dalla Federazione Agroalimentare, confermati invece Andrea Moscatoba (Segretario Generale aggiunto) e Francesca Pizzo.

«Faremo bene il nostro mestiere se non perdiamo il filo della comunicazione con chi rappresentiamo – ha ricordato la Segretaria durante la sua relazione introduttiva - e soprattutto se non tradiamo i valori che devono guidare il nostro operato». Trattando i temi dell’inclusione e della contrattazione sociale, Dorio ha ribadito come «la ricerca dell’equità nell’accesso welfare esclude ogni discriminazione sulla base del colore della pelle, del genere, della religione o dell’etnia; la Cisl mette infatti la persona al primo piano».

Molti gli ospiti intervenuti durante i lavori congressuali, tra cui Onofrio Rota e Giovanna Ventura della Segreteria confederale.