Congresso Cisl Belluno Treviso. Lavoro, partecipazione e valore

Giovedì, 30 marzo 2017

Quattro proposte per continuare l’impegno sindacale su un triplo fronte: lavoro, partecipazione, valore. Questo il cuore della relazione del Segretario generale uscente Franco Lorenzon, che questa mattina ha aperto a Cison di Valmarino il secondo Congresso territoriale della Cisl Belluno Treviso. «Come Cisl di Belluno Treviso  intendiamo tradurre in fatti concreti le analisi sulle trasformazioni del mondo del lavoro, accogliendo le sfide e trovando nuove risposte – spiegato Lorenzon - passando così da diritti rivendicati a progetti realizzati. Questo approccio territoriale non sembri rappresentare uno scarto tropo grande tra problemi globali e risposte locali. Piuttosto, è proprio nel territorio che si promuovono quelle sperimentazioni che, se avranno esito positivo, troveranno poi legittimazione a livello superiore». Numerosi gli ospiti intervenuti nel corso della mattinata a Castelbrando: dal Presidente della provincia di Treviso Stefano Marcon, alla Presidente di Unindustria Treviso Maria Cristina Piovesana, a Don Beppe Stoppiglia, ma anche gli ex segretari della Cisl di Belluno e della Cisl di Treviso e i colleghi di Cgil e Uil provinciali. Al tavolo della presidenza anche Onofrio Rota che ha chiuso gli interventi della mattinata con un caloroso saluto al Segretario generale giunto a fine mandato. Domani, conclusi i lavori congressuali, sarà convocato il Consiglio Generale per l’elezione del Segretario generale e segreteria.