Congresso CISL Belluno Treviso. Generiamo valore

Mercoledì, 29 marzo 2017

Con la fine del mese di marzo si chiudono anche i congressi di Unione territoriale della Cisl del Veneto: giovedì 30 e venerdì 31 l’Ust di Belluno Treviso celebrerà il II Congresso dopo l’accorpamento delle due strutture provinciali avvenuta con il congresso del 2013. Al congresso partecipano 275 delegati, in rappresentanza dei 91mila iscritti interprovinciali, che si riuniranno nella splendida cornice di Castelbrando (Cison di Valmarino). Titolo e spunto per il dibattito che accompagnerà la due giorni “Ripensiamo il futuro, promuoviamo la partecipazione, generiamo valore”. «Partiremo da una riflessione sul tema della crisi intesa come una grande trasformazione - anticipa il segretario generale uscente Franco Lorenzon - La sfida consiste soprattutto nel fatto che il sindacato trova la sua ragione di essere nella capacità di mettere assieme e di essere luogo di incontro, dove la crescita di ciascuno è favorita dallo scambio e dal sostegno reciproco, partendo dalle relazioni nel lavoro, cui deve ridare senso e dignità». Nella mattina del secondo giorno di lavori congressuali, il giornalista del Gazzettino Mattia Zanardo coordinerà la tavola rotonda “I giovani si raccontano. Testimonianze di giovani che vogliono esserci”: protagonisti Patrick Barattin 19 anni, Emanuela Paganin 27 anni e Saihou 27 anni che si confronteranno sulla loro percezione della crisi, la relazione con le altre generazioni, il futuro, le aspettative, il rapporto con il lavoro e con i diritti. Durante i lavori congressuali interverranno Onofrio Rota e il Segretario confederale Cisl Maurizio Petriccioli. A seguire, insediato il nuovo Consiglio Generale, verrà eletta la Segreteria con Cinzia Bonan candidata al ruolo di  Segretaria generale.