Cittadinanza Day. Cisl in piazza a Roma per lo Ius Soli

Venerdì, 13 ottobre 2017

Continuano le manifestazioni a sostegno dell’approvazione della Legge sullo Ius Soli che riconoscerebbe ai minori nati in Italia (o giunti in tenera età) la cittadinanza. Oltre alla staffetta dello sciopero della fame, che ha preso il via lo scorso 3 ottobre da una rete di insegnanti e a cui poi hanno aderito alcuni politici (e anche  la Cisl del Veneto il 10 ottobre), oggi pomeriggio di svolgerà a Roma il "Cittadinanza Day". L’iniziativa è promossa da i movimenti “#italianiSenzacittadinanza” e “L’Italia sono anch’io” per i diritti di cittadinanza a cui Cisl e l’Anolf nazionali aderiscono già da qualche tempo. Per richiamare Camera e Senato al senso di responsabilità nei confronti degli 815mila minori stranieri che frequentano le nostre scuole, a partire dalle 16.30 Piazza Montecitorio prenderà vita trasformandosi in Piazza della Cittadinanza e ospitando laboratori creativi, flash mob e cori. «E’ ora di riconoscere la ricchezza interculturale dell’Italia di oggi – sostengono i promotori dell’evento – votando una legge che segue il principio “chi cresce in Italia è italiano”. Lo stesso premier Gentiloni ha recentemente definito la riforma sulla cittadinanza un riforma di civiltà».