Cisl Veneto, verso il X Congresso

Venerdì, 17 aprile 2009
chaplin

La Cisl del Veneto si appresta alla celebrazione del suo decimo Congresso nell'ambito del XVI congresso della Cisl nazionale.

Le Unioni Sindacali Regionali furono costituite infatti nel 1973, subito dopo la istituzione delle Regioni determinata, con venti anni di ritardo sulla Costituzione dalla legge n° 108 del 1968 e la elezione successiva dei primi Consigli regionali (1970) che si dotarono di un proprio Statuto a partire dal 1971. Il Congresso nazionale aveva precisato che il rapporto tra Ente Regione e Sindacato era "ovviamente un rapporto di rivendicazione e di negoziazione".

Al suo decimo Congresso la Cisl del Veneto si presenta quale prima forza associativa grazie ai suoi 436.677 iscritti tra lavoratori attivi e lavoratori in pensione.
Il Congresso regionale, che si svolgerà presso la Fiera di Verona dal 22 al 24 aprile, è stato preceduto da centinaia di assemblee con gli iscritti nei posti di lavoro e nelle leghe dei pensionati e poi da 130 congressi territoriali e regionali di categoria oltre che delle Unioni territoriali.

I delegati congressuali sono 465 in rappresentanza del vasto mondo collegato al lavoro che trova espressione organizzata nelle Federazioni di Categoria della Cisl. Dopo il settore dei pensionati (che raccoglie sia i pensionati di tutti gli enti previdenziali) l'area più significativa è quella dei lavoratori dipendenti del privato (oltre 144 mila associati, occupati in tutte le varie tipologie contrattuali, dal contratto a tempo indeterminato ai collaboratori a progetto) seguita dai lavoratori del pubblico impiego (più di 50 mila aderenti). Non mancano i lavoratori autonomi, con quasi 11mila iscritti, in quanto la Cisl fin dalla sua nascita organizza anche i piccoli coltivatori diretti e alcuni comparti del lavoro autonomo.

Uno specchio della società veneta che produce quotidianamente manifatture, servizi e idee. Persone, che come sottolinea la segretaria Franca Porto, vivono del loro lavoro e che di lavoro vogliono continuare a vivere, con dignità, anche nel futuro.

XVI Congresso Cisl