Cisl: Castellani confermato a Verona, Refosco a Vicenza

Lunedì, 11 marzo 2013

Linea di continuità ai vertici delle Unioni Sindacali Territoriali della Cisl di Verona e di Vicenza.

I Consigli Generali (il “parlamento” delle strutture sindacali Cisl)  delle due strutture locali, convocati dai rispettivi presidenti del Congresso, nella loro prima sessione hanno provveduto ad eleggere, con voto segreto, gli organi di rappresentanza territoriale: Segretario generale, per primo e, su una lista di nomi proposti dallo stesso, i componenti la Segreteria territoriale. A Verona la scelta è stata quella di riconfermare, per il secondo mandato, Massimo Castellani. In Segreteria confermati anche Giuseppe Dotti, Silvano Pandolfo e Giuliano Pizzo con Monica Sartori che sostituisce Francesca Pavanello. Al gruppo dirigente veronese il congresso ha affidato il compito di operare affinchè la Cisl partecipi “alla realizzazione di una forte alleanza tra tutti gli attori della realtà socioeconomica  veronese che, permetta di dare vita a dei percorsi comuni nella creazione di servizi per l’impresa, per le famiglie, tali da attrarre investimenti favorevoli all’ avvio di una ripresa economica”.

Nello stesso giorno, venerdì 8 marzo, a qualche decina di chilometri di distanza, a Creazzo, il Consiglio generale della Cisl di Vicenza ha assolto allo stesso compito dei vicini veronesi riconfermando, anche in questo caso con voto che sfiora l’unanimità, l’incarico di Segretario generale all’uscente Gianfranco Refosco (anche lui al secondo mandato). Anche per la Cisl berica il mandato politico è quello di tenere alta e di dare gambe alla proposta politica di un “Patto per Vicenza”: una piattaforma condivisa che metta insieme i diversi attori – politici e istituzionali, economici e sociali – per costruire “la governante territoriale che non c’è” e disegnare il superamento della crisi attraverso una strategia di rilancio e di sviluppo del vicentino. Puntando sulle potenzialità e sulle eccellenze, e guardando in particolare a quattro fronti importanti sui quali lavorare insieme: economia e politiche per il lavoro, welfare, servizi pubblici locali, infine risorse del territorio e finanza. Refosco ha chiesto ed ottenuto di continuare ad operare con il precedente gruppo di segreteria: Lorenza Leonardi, Renato Riva e Antonio Sirimarco.