Belluno, si manifesta contro la crisi

Venerdì, 25 settembre 2009
primotorresin-e-franca-porto

Cisl, Cgil e Uil di Belluno hanno organizzato per domani, sabato 26 settembre, una manifestazione pubblica contro la crisi e per rilanciare l'economia ed il lavoro nella provincia di montagna del Veneto.
Il tessuto industriale bellunese è particolarmente colpito dalla crisi come testimoniano le ore di Cig richieste dalle aziende ed autorizzate dall'Inps: da gennaio ad agosto 2009 poco meno di 6 milioni e mezzo, tante quante ne sono state autorizzate dal 2005 al 2008.
Un sesto di queste ore riguarda la Cig straordinaria collegata a crisi pesanti.
I lavoratori messi il lista di mobilità nei primi otto mesi dell'anno, circa 860, sono tanti quanti quelli messi in mobilità in tutto il 2008.
Infine i posti di lavoro dipendente persi tra giugno 2008 e giugno 2009 sono 6 mila.
"I settori più colpiti dalla crisi - ricorda Primo Torresin, segretario della Cisl di Belluno- sono l'occhialeria e il metalmeccanico. Anche l'edilizia però ha subito una forte frenata e non dovuta ad fattori climatici stagionali.
Il nostro obiettivo, che è anche lo slgan della manifestazione - sottolinea Torresin - è quello di avere una provincia (e non intesa solo come ente amministrativo, ma come area territoriale nel suo complesso) solidale ed innovativa, un territorio che non lascia a casa nessuno. I problemi della crisi economica si riflettono infatti negativamente anche a livello sociale e civile in zone come le nostre dove la popolazione vive in piccole comunità di montagna. I tagli alla spesa pubblica, le riorganizzazione delle reti dei servizi primari, come ad esempio la scuola, possono penalizzare molto queste comunità e favorire lo spopolamento e l'abbandono di paesi: per la montagna un vero guaio anche dal punto di vista della tutela ambientale".
La manifestazione di domani prevede il concentramento dei partecipanti alle ore 9.00 in Piazzale della Stazione ed un corteo che raggiungerà piazza Martiri dove si svolgeranno i comizi conclusivi.

Veneto crisi, eventi e manifestazioni