#Arsenale2022. Il Veneto va oltre

Giovedì, 28 luglio 2016

Un progetto comune tra i diversi mondi dell’impresa, delle professioni e del lavoro per un Veneto più competitivo. E’ questa la sostanza di #Arsenale2020 - Il Veneto oltre, il progetto che tutte le undici principali associazioni degli imprenditori della nostra regione e la Cisl hanno presentato ai media nel corso di una conferenza stampa all’Arsenale di Venezia. “Un luogo scelto non casualmente - ha chiarito in premessa Ugo Campanaro, portavoce unico delle parti sociali- in quanto prima grande fabbrica del Veneto”.Il progetto ha già visto nella sua ideazione, e così  nella sua realizzazione, una stretta collaborazione tra tutti «per stendere un piano concreto di lavoro su temi strategici e quindi promuovere lo sviluppo» ha spiegato il presidente di Confcooperative per il quale «Siamo di fronte ad una nuova rappresentanza che intende andare oltre le divisioni per confrontarsi e proporre nuove idee per un Veneto più forte».#Arsenale 2022 prevede che già a settembre vengano attivati contemporaneamente 7 tavoli tematici di lavoro su altrettanti focus: impresa e lavoro, capitale umano, infrastrutture e scambi internazionali, territorio e sviluppo urbano, relazioni industriali contrattazione e welfare, nuova architettura istituzionale, ruolo della finanza.“La visione che sottende questo progetto – ha sottolineato Onofrio Rota – è quella di un Veneto connesso con il mondo, e non murato e chiuso al suo interno e tantomeno annesso».Ad ottobre è poi prevista la stesura di un documento di sintesi, da discutere internamente nelle associazioni, articolato in azioni condivise da realizzare nell’arco del un quinquennio (2017- 2022). «Non sarà un manifesto per la politica – hanno precisato Piergiovanni Brunetta di Confesercenti e  Adriano Rizzi di Legacoop Veneto» infatti “Ai tavoli ognuno farà la sua parte per quanto gli compete e ci metterà la faccia – ha ribadito Rota – e le porte rimangono aperte chi si volesse aggiungersi nel prosieguo».Alla conferenza stampa, con foto finale di gruppo, hanno partecipato anche  Ludovico Giustiniani di Confagricoltura, Luigi Curto di Confartigianato, Massimo Zanon di Confcommercio, Roberto Zuccato di Confindustria e Roberto Sartore di Confprofessioni e i rappresentanti di CIA e CNA.Nel pieno spirito del cantiere navale che ha ospitato la conferenza stampa, il progetto si configura come un cantiere di idee, una piattaforma di confronto per cambiare e rinnovare il Veneto rendendolo più competitivo.