Adiconsum Veneto a congresso. 50mila tutele all’anno

Mercoledì, 12 aprile 2017

«Nel 2016 abbiamo sfiorato le 50mila tutele e tra queste conteggiamo anche i 2mila clienti delle Popolari venete per i quali abbiamo già avviato oltre 100 tra cause e arbitraggi presso l’Autorità competente». Con questi numeri dell’attività 2016, che si aggiungono a quelli dei 3 anni precedenti, il presidente Valter Rigobon porta al suo settimo congresso l’Adicosum del Veneto (associazione dei consumatori promossa dalla Cisl) con il titolo “Nel mondo che è già cambiato: maggiore solidarietà, tutele e consumi consapevoli”. Rigobon cita anche altri dati che danno un’idea più dettagliata del lavoro svolto da questa associazione presente in tutto il Veneto con propri sportelli: sempre nel corso del 2016 sono state avviate 4.600 pratiche di conciliazione per il 50% relative alla telefonia ed il 48% il settore energetico. Nell’insieme sono state restituiti o fatte risparmiari ai consumatori qualcosa come 900mila euro.

Il congresso, a cui partecipano 100 delegati, si svolgerà nei due giorni di giovedì 13 e venerdì 14 aprile e punterà i fari su due temi oggi particolarmente importanti per la tutela dei consumatori: le banche, Popolare di Vicenza e Veneto Banca, che hanno previsto l’apertura di un tavolo di confronto per i casi in cui si siano create condizioni di disagio economico conseguente alla perdita delle somme investite e il tema energetico dove si andrà, una volta approvato il Ddl sulla Concorrenza, alla immissione nel libero mercato di circa 2milioni di clienti in Veneto (20 a livello nazionale) con un possibile rincaro dei costi a carico delle famiglie.

«Al tema della liberalizzazione del mercato energetico dedichiamo una tavola rotonda- aggiunge Rigobon- a cui parteciperanno i rappresentanti dei principali soggetti in causa», tra cui il Segretario generale Flaei Cisl Carlo De Masi, il Presidente Ascotrade (fornitura e vendita gas ed energia elettrica) Stefano Busolin, Pietaldo Isolani dell Unione Nazionale Consumatori, settore energia e Riccardo Comini di Acquirente Unico (società per la fornitura di energia elerica).

Alla chiusura dei lavori congrassuali verrà convocato il Consiglio Generale per l’elezione del Presidente e della Segretaria.