ADICONSUM VENETO: Prodotti energetici: ennesimo aumento per le famiglie

Martedì, 01 luglio 2008

Estate torrida per i consumatori: l'oggetto il caro petrolio mette sempre più in crisi il potere di acquisto delle famiglie e il maggior disagio viene sopportato dai pensionati.

Gli aumenti recentemente decisi dall'Autorità per l'Energia Elettrica ed il gas, seppur contenuti rispetto a quelli indicati da alcuni centri studi restano ugualmente pesanti: +4,3% per l'elettricità e +4,7% per il gas per un totale di maggior costo su base annua di circa 70 € per famiglia.

Se poi a questi aumenti sommiamo quelli intervenuti negli ultimi 12 mesi, abbiamo aumenti del 14% per l'elettricità e +10% per il gas, valori assolutamente al di sopra del tasso di inflazione dell'Istat (vedi tabella a fondo pagina).

Il controllo svolto dall'Autorità purtroppo non supera un problema oggettivo, ovvero che le fonti energetiche di approvvigionamento dipendono direttamente dai derivati dal petrolio: una dipendenza che occorre drasticamente ridimensionare per rilanciare lo sviluppo economico, contenere l'inflazione e difendere salari e pensioni.

Ricordiamo che l'elevato costo del gas metano al consumo è dovuto anche all'elevato carico fiscale 36% per il gas e 20% per l'elettricità.

Adiconsum ha inviato in proposito al Ministro delle Attività Produttive una dettagliata nota proponendo una serie di interventi diretti ad alleggerire la bolletta energetica delle famiglie, intervenendo:

  • sugli oneri di sistema che pesano circa il 10% nella bolletta elettrica;
  • nella riduzione dell'Iva al 10% nel gas;
  • nella liberalizzazione della vendita dei carburanti nella grande distribuzione;
  • nell'obbligo di variare i prezzi alla pompa dei carburanti a cadenza trimestrale e non giornalmente come accade adesso, impedendo così al consumatore di orientarsi verso i fornitori che praticano i migliori prezzi.

E' comunque evidente che la questione energetica diventerà sempre più centrale e le leve sulle quali intervenire dovranno essere più di una, ivi compresa quella di sviluppare quegli interventi di risparmio energetico che oggi godono di agevolazioni fino al 50%, quali le caldaie ad alto rendimento, i pannelli solari per l'acqua calda, una migliore coibentazione delle case per proteggerle dal freddo e dal caldo, ma anche sulla differenziazione delle fonti energetiche primarie sempre in una logica di sicurezza e di tutela ambientale.

Nell'immediato investire sul risparmio dell'energia rappresenta lo strumento più idoneo per alleggerire la bolletta. Adiconsum in questo senso ha messo a disposizione dei consumatori guide specifiche sia per le abitazioni individuali che per i condomini e si possono richiedere in tutte le sedi territoriali di Adiconsum o rivolgendosi ad adiconsum.veneto@cisl.it

Gas ed energia elettrica. Variazione % dei prezzi medi per trimestre. Dicembre 2006 = 100

  1° trim. 2007 2° trim. 2007 3° trim. 2007 4° trim. 2007 1° trim. 2008 2° trim. 2008
Gas - 0,6 - 3,4 - 1,6 + 2,8 + 3,4 + 4,7
Energia elettrica 0 - 0,4 0 + 2,4 + 3,8 + 4,3
Fonte: Adiconsum Veneto
per una famiglia media (4 persone) gli aumenti delle tariffe di gas ed elettricità che si sono succeduti ed accumulati dal 4° trimestre 2007 ad oggi, comportano, in 12 mesi, un costo aggiuntivo di circa 140 euro.
questi costi aggiuntivi si aggiungono a quelli determinati dall'aumento dei prezzi dei beni di largo consumo (compresa benzina e gasolio e prodotti alimentari) negli ultimi 6 mesi. Si può quindi stimare che il maggior esborso per la famiglia media in 12 mesi e a parità di consumi sarà di 1.560 euro.
energie, Adiconsum