30 giugno, scadono i termini per la domanda di indennità co.co.pro.

Venerdì, 26 giugno 2009
attenzione-30giugno

E' fissato per il prossimo 30 giugno il termine massimo entro cui va presentata la domanda di indennità una tantum di disoccupazione per i lavoratori in co.co.pro che hanno cessato di lavorare dal 1 gennaio al 30 maggio di quest'anno.
Lo stabilisce la circolare Inps n.74/2009 che precisa anche le condizioni per beneficiare di questa indennità introdotta dalla legge 2/2009: i collaboratori devono svolgere la propria attività esclusivamente per un unico committente, il reddito dell'anno precedente deve essere compreso tra 5.000 euro ed i 13.819 euro, nell'anno precedente devono essere accreditati non meno di 3 mesi di contributi alla gestione separata Inps, ma non più di 10 ed infine nell'anno di riferimento devono essere accreditati presso la gestione separata almeno tre mesi.

La prestazione consiste nella liquidazione di una indennità una tantum, pari al 20% del reddito da lavoro percepito nell'anno precedente. Il diritto a percepire il trattamento e' subordinato alla dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro o a un percorso di riqualificazione professionale.

La domanda va presentata alla sede Inps competente. Nel caso che la cessazione del lavoro avvenga dopo il 30 maggio i termini di presentazione della domanda sono 30 giorni dalla scadenza del contratto.

La Cisl consiglia di presentare la domanda anche ai lavoratori per i quali l'evento "fine lavoro" si è verificato prima del 1 gennaio 2009 ma dopo il 29 novembre 2008, nel caso dovesse essere accolta la richiesta della stessa di anticipare l'operatività della norma alla data di entrata in vigore del decreto legge.

Assistenza gratuita per la domanda ed ulteriori informazioni presso le sedi del Patronato Inas Cisl.
Allegati: circolare Inps n. 74 del 26 maggio 2009

ammortizzatori sociali