25 novembre. Cisl Vicenza: rispettare le donne, a partire dal lavoro

Martedì, 24 novembre 2015

 

“Lavoro e politiche di genere” è il tema e il titolo della iniziativa che il Coordinamento per le politiche di genere della Cisl di Vicenza ha organizzato per il prossimo 25 novembre in occasione della Giornata

internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

“Vogliamo porre l’accento -  dice Elena Camilot, la responsabile del Coordinamento  - su quanto sia necessario partire da lontano per vincere la violenza sulle donne, ossia dalla costruzione di una cultura del rispetto e dell'equità declinata ogni giorno ed in ogni contesto, dunque anche nei luoghi di lavoro. Perché siamo in un tempo in cui nel mondo del lavoro le donne continuano a vivere ancora ingiustizie, situazioni di discriminazione e, talvolta, mancato riconoscimento delle proprie competenze”.

L’appuntamento è fissato per il pomeriggio del 25 (ore 16.00-19.00) nella Sala Conferenze della sede Cisl di Vicenza. Dopo l’apertura del segretario dell’Unione Gianfranco Refosco e l’introduzione di Elena Camilot, seguiranno gli interventi di Mirta Corrà, consigliera regionale di parità supplente del Veneto, che presenterà il Rapporto sulla situazione del personale nelle aziende con più di 100 dipendenti, con particolare attenzione al tema delle discriminazioni di genere, e di Julia Di Campo, pedagogista esperta di processi formativi e dottoranda in Scienze Pedagogiche presso l’Università degli Studi di Padova, che si soffermerà sulle politiche di genere nei luoghi di lavoro, nella scuola, nella società, dalla riduzione delle discriminazioni alla lotta per eliminare ciò che ostacola l’integrazione delle donne nel mercato del lavoro attraverso l’introduzione di politiche family friendly. A chiudere l’incontro, l’intervento di Lorenza Leonardi, segretaria Cisl Vicenza.

A intervallare gli interventi, letture di articoli e testi sulle discriminazioni di genere nel mondo del lavoro, a cura delle operatrici e delegate del Coordinamento.