L'ATV. Il presidente Bettarello spiega che i fondi sono stati ridotti

«Non è colpa nostra Venezia non ha soldi». Da lunedì in vigore l'orario estivo, corse modificate

Per il biglietto, la tessera Mover, gli abbonamenti per il trasporto pubblico si profilano aumenti
In vigore da lunedì orari estivi e nuovi percorsi per soddisfare le esigenze di chi viaggia sugli autobus Atv. Ma non mancano le cattive notizie: si fa sempre più concreta, infatti, la possibilità di un aumento del costo del biglietto, la cui tariffa base potrebbe passare da 1,10 euro a 1,30.
«Questo provvedimento non dipende da noi, ma dalla Regione», spiega Massimo Bettarello, presidente Atv, «le risorse si sono ridotte di 3 milioni di euro e l'assessore ai Trasporti Renato Chisso ha illustrato agli enti proprietari come recuperarli: aumentando le tariffe, riducendo il servizio o rendendo più efficiente l'azienda».
Atv ha affidato alla società di consulenza Kpmg il compito di studiare come rendere più produttiva l'intera struttura. «Entro fine giugno avremo i risultati», sostiene Stefano Zaninelli, direttore generale di Atv, «di certo, l'efficientamento passa attraverso l'omogeneizzazione dei contratti: a questo proposito, siamo in trattativa con i sindacati, ieri c'è stato il primo incontro».
Trattative complesse, se si considera che il 15 giugno i lavoratori hanno già in programma un presidio davanti alla Prefettura. «Vogliamo essere informati del piano industriale», è il commento di Mario Lumastro, segretario Filt Cgil Verona, «e non vogliamo che l'omogeneizzazione dei contratti venga unificata al premio di produttività».
Da lunedì, inoltre, entrerà in vigore la programmazione estiva, secondo le indicazioni esposte sulle fermate e consultabili sul sito dell'Atv. Diventeranno, poi, operative alcune variazioni di tragitti della rete urbana.
Per quanto riguarda i nuovi tragitti, in zona Stadio le linee 12 e 13 riprenderanno il passaggio da piazzale Olimpia, mentre in zona Fiera le linee 21 e 22 passeranno da viale del Lavoro per servire il parcheggio scambiatore nell'area dell'ex Mercato ortofrutticolo (che sarà pronto da settembre). Il 31 non servirà più il quartiere Saval, ma farà capolinea agli Orti di Spagna, mentre il 41 dall'ospedale di Borgo Trento proseguirà il servizio fino a via Faliero sullo stesso percorso prima servito dalla linea 31.
I passeggeri dovranno prestare attenzione in Zai: la linea 83 verrà soppressa e sostituita con la linea 61. Inoltre, dal lunedì al venerdì, fino alle 17 il servizio proseguirà oltre il capolinea di strada La Rizza per via Torricelli fino in via Porsche-via Germania per servire gli uffici dell'Agenzia delle Entrate.
È stato, poi, ripristinato il collegamento diretto della linea 72 tra Biondella e piazza Bra, mentre nel quartiere di Santa Lucia la linea 73 farà capolinea in via Valeggio e raggiungerà Piazza Isolo. A San Felice Extra, infine, il quartiere sarà servito dalla linea 81, la linea 33 farà capolinea in via Belvedere all'incrocio con via Montorio e la linea 91 nei giorni festivi proseguirà il servizio da Borgo Santa Croce fino a via Corso.

Vedi anche...