Immigrati. Coinvolte almeno 500 famiglie. Idoneità alloggio. Il soggiorno ora è a rischio. Oggi l'incontro tra Cisl e stranieri Commercianti contro lo sciopero

Immigrati. Coinvolte almeno 500 famiglie. Idoneità alloggio. Il soggiorno ora è a rischio. Oggi l'incontro tra Cisl e stranieri Commercianti contro lo sciopero
Potrebbero essere 500 gli immigrati che risiedono a Montecchio ad essere coinvolti dalla delibera sui parametri abitativi. Un dato stimato per difetto dalla cisl di Vicenza e dalla stessa Unione immigrati che, dopo aver revocato lo sciopero della spesa, sta ora studiando la possibilità di promuovere un ricorso contro la delibera che ha portato all'aumento delle metrature minime per gli stranieri.
La stima si basa sul numero di nuclei familiari che già qualche anno fa erano intervenuti, con opere di ristrutturazione, per adeguare le proprie abitazioni ai parametri deliberati dalla precedente amministrazione. Ma soprattutto sul numero di stranieri che prossimamente saranno impossibilitati a rinnovare il permesso di soggiorno per la mancanza di questi parametri.
Nella sede cisl questo pomeriggio si svolgerà una riunione tecnica per esaminare, con i referenti delle varie etnie, gli eventuali casi di famiglie a cui la normativa sta creando o potrebbe creare problemi economici o difficoltà per il rinnovo del permesso di soggiorno. «Senza dimenticare - aggiunge Giancarlo Pederzolli della cisl - che danni economici potrebbero subirli anche i proprietari italiani di alloggi che ora rischiano di restare sfitti».
Commenti sullo sciopero della spesa revocato arrivano dai commercianti. «Un inutile boomerang verso se stessi - sostiene Ornella Vezzaro responsabile Confesercenti. «Non avrebbe avuto nessun effetto se non quello di danneggiare i rapporti tra commercianti e stranieri. Sono convinta che il dialogo con le istituzioni, le associazioni di categoria e sindacali sia la via migliore». «Uno sciopero improprio - commenta Attilio Brun, segretario dell'Ascom mandamentale -. Finalmente è prevalso il buon senso». L.D.

Vedi anche...