XII Congresso Cisl Veneto. Montagner (VVF) racconta la sua esperienza

Martedì, 16 maggio 2017

«In 27 anni di servizio nei Vigili del Fuoco non avevo mai rischiato la vita come nei sei giorni che ho passato a Rigopiano a seguito della tragedia del crollo dell’albergo; siamo andati senza le attrezzature e l’abbigliamento adeguati per quel tipo di intervento, per quel tipo di condizioni atmosferiche», con queste parole Michele Montagner (Fns Cisl), l’elmo da pompiere appoggiato sul podio da cui parla, racconta la sua esperienza abruzzese alla platea dei 500 congressisti riuniti per il XII Congresso Cisl Veneto lo scorso 10 maggio. Invitato come testimone per raccontare il lavoro della squadra degli 80 vigili del fuoco veneti  specializzati nel recupero di persone sotto le macerie, Montagner ha accompagnato il suo intervento facendo scorrere sul mega schermo alcune foto scattate al momento degli interventi a Rigopiano, ma anche ad Amatrice (e nei luoghi del terremoto che ha scosso tutto il centro Italia a partire dallo scorso 24 agosto), immagini che più delle parole sono state rappresentative dell’emergenza vissuta in quei giorni. Salutando i congressi siti, il vigile del fuoco ha aggiunto «Più che un lavoro, per noi si tratta di una missione; attraverso il nostro operatore abbiamo fatto sempre qualcosa di buono, salvando delle vite, e lo faremo sempre».