Vicenza. Bortoloso presenta il metodo americano a Vicenza (1952-1957)

Martedì, 12 settembre 2017

La costruzione del sistema socio-economico tipico del Nord-Est d’Italia comincia nel secondo dopoguerra, favorita da aiuti materiali, culturali, finanziari forniti dal Piano Marshall-ERP all’Europa Occidentale. Nel Piano è compreso il Programma di Assistenza Tecnica e Produttivistica (TA&P) che introduce il sistema americano basato su produzioni di massa, bassi costi, alti salari e moderne relazioni industriali. Il metodo formativo TWI (Training Within Industry che significa imparando dentro l’industria) viene insegnato a capi e operai di 15 piccole e medie imprese vicentine dal 1952, per aumentare la produttività migliorando organizzazione e tecnologia a costi ridotti. La Cisl, da poco costituitasi, è impegnata in questo progetto che considera coerente con “l’organizzazione democratica della società industriale”.
Questo il fulcro del libro “Produttività con l’E.R.P. nelle PMI vicentina” che viene presentato dall’autore Livio Bortoloso (35 anni di militanza nella Cisl vicentina) stasera a Palazzo Cordellina (Contrà Riale 12 – Vicenza) a partire alle ore 17.
Interverranno all’evento Giovanni Favero (Università Cà Foscari Venezia), Danele Marini (Università di Padova e autore della postfazione del libro) e Paolo Gubitta (Università di Padova – Scienze economiche e aziendali). Per il Segretario Cisl Raffaele Consiglio, che ha firmato l’introduzione “gli anni duri della ripresa nel dopoguerra sono statu, similmente a oggi, anni in cui c’era bisogno di un programma economico e politico” così che il libro di Bortoloso offre chiavi di lettura della storia ma anche suggerimenti per il presente.