Verona. Sciopero totale alla NLMK. Altre iniziative al vaglio dei sindacati

Lunedì, 11 settembre 2017

È continuato fino alle 14 di oggi, lo sciopero all’acciaieria NLMK di Vallese di Oppano (VR) di tutti i lavoratori (sia dipendenti della ditta che delle aziende in appalto) proclamato da Fim e Fiom. Il fermo  degli impianti è cominciato sabato mattina dopo la morte di Iuan Craium, dipendente della ditta in appalto Nuova MS. L’operaio romeno ha perso la vita colpito da un gancio mentre con un collega svolgeva attività di manutenzione sui forni dell’azienda. «E’ solo della settimana scorsa l’altro incidente nell’acciaieria veronese Pittini che ha coinvolto sei lavoratori – tuona Luca Mori Fim Verona – la salute e la sicurezza dei lavoratori contano sempre meno di fronte alle esigenze produttive e non c'è mai abbastanza attenzione. Occorre mettere in campo ogni possibile sforzo per diminuire gli infortuni partendo dal rispetto più rigoroso delle norme previste dalla legge, introducendo tempi, orari e ritmi di lavoro umanamente sostenibili, che non ledano la dignità delle persone che lavorano».

In queste ore le federazioni sindacali stanno valutando la programmazione di ulteriori iniziative di sciopero da tenersi nei prossimi giorni.